Parrocchia Sant'Antonio a Trebbia

Vai ai contenuti

Menu principale:

Orari celebrazioni S. Messe

feriali ore 18,30

prefestive ore 17,00

festive ore 8,00 - 10,30 - 18,30
Il diaconato è il primo grado dell'Ordine, chi viene ordinato diacono è chiamato a servire il popolo di Dio nel ministero dell'altare, della parola e della carità. Ha la facoltà di amministrare il sacramento del battesimo, del matrimonio e presiedere il Rito delle Esequie.
Il diacono è ministro ordinario della comunione ed esercita il ministero della parola.
Il diacono può impartire la benedizione di Dio su persone, luoghi e oggetti, può presiedere la benedizione eucaristica e altre liturgie fuori della Messa.
A differenza di coloro che sono costituiti nell'ordine dell'episcopato o del presbiterato non riceve però la missione e la facoltà di agire nella persona di Cristo Capo.
I diaconi permanenti possono essere ordinati tra i battezzati celibi o anche tra coloro che sono sposati; se però sono celibi, dopo l'odinazione diaconale non possono più sposarsi.
Nelle celebrazioni e concelebrazioni eucaristiche, presiedute da un presbitero o da un vescovo, la lettura del vangelo è di competenza dei diaconi.



Giubileo. Le sue origini si ricollegano all'Antico Testamento. La legge di Mosè aveva fissato per il popolo ebraico un anno particolare: "Dichiarerete santo il cinquantesimo anno e proclamerete la liberazione nel paese per tutti i suoi abitanti. Sarà per voi un giubileo; ognuno di voi tornerà nella sua proprietà e nella sua famiglia. Il cinquantesimo anno sarà per voi un giubileo; non farete né semina, né mietitura di quanto i campi produrranno da sè, né farete vendemmia delle vigne non potate. Poiché è il giubileo, esso vi sarà sacro; potrete però mangiare il prodotto che daranno i campi. In quest'anno del giubileo, ciascuno tornerà in possesso del suo" (Libro del Levitico).
La tromba con cui si annunciava questo anno particolare era un corno d'ariete, che in ebraico si dice "Yobel", da cui deriva la parola "Giubileo".
La celebrazione di quest'anno comportava, tra l'altro, la restituzione delle terre agli antichi proprietari, la remissione dei debiti, la liberazione degli schiavi e il riposo della terra.
Nel Nuovo Testamento Gesù si presenta come Colui che porta a compimento l'antico Giubileo, essendo venuto a "predicare l'anno di grazia del Signore" (Isaia).
La parrocchia, attreverso il gruppo Caritas, assiste alcune famiglie in difficoltà consegnando loro, ogni tanto, una borsa viveri.
Per rendere questo servizio più sistematico e continuativo, si è pensato di organizzare una raccolta di generi alimentari non deperibili nella seconda festività di ogni mese, con inizio sabato 12 e domenica 13 dicembre.
Prima degli orari delle messe, una persona incaricata riceverà gli alimenti presso la porta posta a fianco dell'ingresso della chiesa.
Non è necessario portare grossi quantitativi, basta portare un pacco di pasta, una bottiglia di olio, un pacco di riso o scatolame.
Grazie

Orari celebrazioni S. Messe

feriali ore 18,30

prefestive ore 17,00

festive ore 8,00 - 10,30 - 18,30

Orari segreteria

martedì e venerdì

dalle 10,00 alle 12,00

 
Torna ai contenuti | Torna al menu